Smaltire i pannolini usati dei nostri bambini nella classica spazzatura non è proprio una buona idea. In poco tempo potremmo ritrovarci, infatti, a fare i conti con uno sgradevole tanfo che si diffonderà in tutte le stanze di casa. Aprire poi tutte le finestre dell’abitazione non è piacevole soprattutto durante la stagione invernale quando la temperatura del termometro scende di tanto. Che fare allora quando abbiamo un neonato che consuma una marea di pannolini al giorno? Niente panico, neo genitori! La soluzione più semplice e pratica è quella di acquistare un mangiapannolini.

Stiamo parlando di un recipiente in cui gettare soltanto i pannolini usati. Una volta inseriti all’interno di questo contenitore, noto anche come “maialino“, un sacchetto li sigillerà. In questo modo nessun olezzo potrà mai fuoriuscire e diffondersi in casa. Di modelli in commercio ne esistono davvero tanti e si differenziano tra loro per la capienza, ossia per il numero massimo di pannolini sporchi da buttare, e per il tipo di sacchetto. Ci sono prodotti in commercio capaci di contenere fino a 50 pannolini; altri invece che hanno una capienza di 100 e oltre pannolini. Questi ultimi articoli sono ideali quando in casa c’è più di un bambino piccolo e dunque il consumo di pannolini è davvero alto. Il mangiapannolini, una volta giunto al limite massimo, ci indicherà che è il momento di cambiare sacchetto. Per avere un’idea di tutti i prodotti in offerta e dei loro prezzi vi consigliamo di consultare questa pagina.

I sacchetti di un mangiapannolini possono essere quelli classici, già usati per la spazzatura, oppure dei sacchetti ideati proprio per svolgere questa funzione. Nell’ultimo caso si tratta di accessori che vengono venduti dalla casa produttrice del “maialino”. Questi tipi di mangiapannolini sono quelli più costosi perché i sacchetti sono caratterizzati anche da un filtro dell’aria che serve ad abbattere ogni tipo di odore.

Le guarnizioni

Un altro aspetto da prendere in considerazione al momento dell’acquisto di un mangiapannolini è quello delle guarnizioni anti-odore. Si tratta di elementi che sigillano il recipiente e che servono, dunque, a non far diffondere per la casa gli odori che provengono dal pannolino usato. Il nostro consiglio è sempre quello di optare per un mangiapannolini che sia dotato di guarnizioni ermetiche in modo da scongiurare anche solo la possibilità di doversi ritrovare con il naso tappato per il tanfo. Insomma un mangiapannolini è l’articolo ideale da tenere in casa quando c’è un piccolo a farci compagnia o anche un regalo utile e pratico fatto ai neo genitori.